20
nov

Exibart

PIOGGIA DI PREMI PER ARTEAM CUP 2017. ECCO TUTTI I VINCITORI DELLA TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO

pubblicato lunedì 20 novembre 2017

 

Anna Skoromnaya vince la terza edizione di Arteam Cup, il concorso bandito dall’Associazione Culturale Arteam. L’artista Bielorussa, nata nel 1986, è stata scelta tra una rosa di 70 finalisti, le cui opere sono state esposte negli spazi di BonelliLAB, «Per la forte capacità di restituire all’opera d’arte contemporanea il compito di farsi portatrice di riflessioni non solo estetiche e culturali, ma anche sociali, legate quindi all’attualità della cronaca del nostro tempo», c’è scritto nelle motivazioni. Skoromnaya ha presentato Cream Hand Mixer # 1, video-scultura che gioca «Sull’empatica associazione tra materiali duri ed industriali, lasciati grezzi ed ossidati, e la delicata spensieratezza di un video su cui “corrono” evanescenti figure di bambini innocenti».
Ma la finalità del premio è fornire un’occasione di visibilità e confronto, quindi numerosi sono i riconoscimenti assegnati, con in palio mostre, residenze e pubblicazioni.
Tre mostre in altrettanti spazi espositivi di Monza, aderenti al circuito Arteam Cup Satellite, si terranno a Villa Contemporanea, con una bi-personale di Nataly Maier e Alice Paltrinieri, da Leo Galleri, con Vincenzo Marsiglia e Valeria Vaccaro, da Maurizio Caldirola, con Donatella Lombardo e Vincenzo Merola. Isabel Consigliere vince il Premio Speciale Luisa Catucci Gallery, mentre Andrea Cereda e Alessandro Costanzo si aggiudicano il Premio Speciale Bonioni Arte. Matteo Suffritti vince una mostra nella sug@R(T)_house, il Centro di documentazione aziendale della Figli di Pinin Pero S.p.A e l’opera finalista sarà acquistata dall’azienda stessa. Federica Gonnelli vince il premio di residenza artistica, messo in palio dalla stessa azienda.
Cinque artisti sono stati selezionati per partecipare a BAF-Bergamo Arte Fiera 2018, nello stand dell’Associazione Culturale Arteam: Carolina Corno, Alessandro Costanzo, Mattia Peruzzo, Luisa Turuani, Diego Dutto. Gianluca Quaglia è stato scelto per ideare una project room site-specific in uno o più ambienti di Casa Jorn, ad Albissola Marina, in dialogo con l’opera del celebre artista danese Asger Jorn. Silvia Noferi e Francesca Romana Pinzarisono state selezionate per una bi-personale all’interno di Casermarcheologica, una ex caserma dei Carabinieri nel centro storico di Sansepolcro, gestita dall’Associazione CasermArcheologica. Ilaria Gasparroni e Giulia Zappa vincono il Premio Speciale Circolo degli Artisti, con una mostra nella sede del Circolo, un fabbricato della fine del ‘500. Asako Hishiki vince il Premio KamArt, una residenza all’interno della casa-studio dell’artista Angela Viola e di Marco Vianello, a Cereggio, frazione di Ventasso, nel panorama del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano. Gianluca Brando vince una residenza di tre settimane presso le Officine Saffi, per sviluppare un progetto artistico ad hoc.
Massimo Ferrando vince una presentazione monografica sul magazine Espoarte, mentre Alice Padovani vince l’inserimento nella collana PageNotFound edita da Vanillaedizioni, che offre anche la creazione di un libro d’artista, premio conferito a Eleonora Manca. Gian Luca Groppi vince la produzione di una mostra fotografica, realizzata dallo Studio Berné, Marcello De Angelis si aggiudica un anno di pubblicità su Espoarte grazie al Premio Facebook, e Roberta Congiu vince il Premio Tessera Sociale Arteam 2018.
Comments ( 0 )